Ricette

Sorbetto di Fragole con l’Estrattore di Succo

Come ben saprai con l’Estrattore di Succo, ed in particolare con alcuni modelli di estrattore dotati di un apposito filtro è possibile realizzare anche degli ottimi sorbetti di frutta oltre ai normali estratti di succo. In questa ricetta in particolare andiamo a vedere come realizzare un sorbetto di fragole utilizzando l’estrattore. Le fragole sono uno dei frutti principali della stagione estiva, ricche di vitamina C sono un succo fresco e gustoso.

Ecco come preparare la ricetta:

Succo Verde con Mela, Cetriolo, Sedano e Zenzero

Un succo verde è un succo realizzato con frutta e verdura verdi ed è utile a portare al tuo organismo la Clorofilla, sostanza ricca di vitamine e minerali. La clorofilla è una sostanza particolarmente utilie per il tuo organismo in quanto ti aiuta a depurare il fegato e tenere sotto controllo la glicemia.

Per la preparazione di questo succo abbimo utilizzato:

  • 1 Mela
  • 1 Cetriolo
  • Alcuni gambi di sedano
  • Alcuni pezzetti di radice di Zenzero

Come prima cosa taglia la mela a spicchi lasciandole la buccia, la stessa cosa la puoi fare anche con il cetriolo (oppure pela quest’ultmo per avere un sapore più delicato) ed il sedano. Sbuccia la radice di zenzero e taglia a piccoli pezzetti la quantità che vuoi inserire nel succo verde. Per la preparazione ti consigliamo di alternare i pezzetti di cetriolo, sedano e zenzero, lasciando gli spicchi di mela per ultimi. Puoi anche aggiungere un po’ d’acqua nell’estrattore mentre è ancora in funzione per una risciaquo finale utile a recuperare ancora del succo.

Succo ACE fatto in casa con l’Estrattore di Succo

Il succo ACE come dice il nome è un succo di frutta e verdura realizzato con Arance, Limoni e Carote, a cui si può aggiungere anche un po’ di Zenzero. Il succo ACE consente di integrare numerose vitamine, tra cui nello specifica la vitamina A, vitamina C e vitamina E, da cui viene il nome del succo ACE. Se oltre alle arance, limoni e carote aggiungi anche lo zenzero che ha una funzione antivirale a antimicotica.

Gli ingredienti necessari per preparare il tuo succo ACE con l’estrattore di succo sono:

  • 2 Arance sbucciate
  • 1 Limone pelato
  • 3-4 Carote
  • Radice di Zenzero

Come preparare una tisana zenzero e limone dalle proprietà benefiche

Siete alla ricerca di una bevanda perfetta per dimagrire e per depurare l’organismo? Vi basterà preparare una tisana allo zenzero e limone, capaci insieme di stimolare il metabolismo andando ad accelerare il consumo dei grassi accumulati in eccesso. Lo zenzero è una spezia che ha tante proprietà benefiche, tra le quali la capacità di depurare l’organismo dalle scorie e dalle tossine. Inoltre p nota per il suo forte potere aromatico e per essere un coadiuvante della perdita di peso. Tutto questo in una sola bevanda? Sì, è davvero possibile. Il limone invece è un alimento con potere medicinale, considerato a tutti gli effetti un dimagrante naturale: è ricco di vitamina C che riesce a renderlo un antiossidante molto efficace che favorisce l’eliminazione di tutti quegli scarti del nostro organismo, eliminando anche il gonfiore addominale.

Come Conservare i Succhi di Frutta e Verdura fatti con l’Estrattore

Capita spesso di avere in casa della frutta che rischia di marcire all’interno del nostro frigorifero: invece che buttarla nel cestino è possibile sfruttarla fino all’ultimo in modo da conservare al meglio il suo gusto attraverso l’uso di un elettrodomestico facile da usare. Ti basterà procurarti un estrattore di succo e utilizzarlo per preparare bevande gustose e perfette anche per i più piccoli. O comunque se sei abituato a bere una paio di succhi al giorno, uno al mattino ed uno alla sera, potresti farli entrambi la mattina e poi conservare il secondo in frigorifero e berlo prima di cena, in questo articolo scoprirai come fare in modo che vitamine ed altri elementi si conservino in maniera efficace.

Devi sapere che al contrario di quanto avviene utilizzando una centrifuga, il punto di forza di un estrattore è quello di lavorare sempre a bassa velocità senza per questo surriscaldare il nostro prodotto. In questo modo il succo ottenuto può essere conservato fino a 24 ore, purché tu riesca a seguire una serie di consigli utili.

Succo di Melograno: come si prepara e quali sono le sue proprietà

E’ una pianta originaria di una zona che va dall’Iran all’India settentrionale, il cui uso è andato man mano diffondendosi a livello mondiale: il melograno non è però solo una pianta ornamentale da giardino, ma è anche un frutto ricco di proprietà benefiche dal quale si possono ottenere deliziose pietanze e ricette. Il melograno, o meglio la corteccia delle sue radici, è utilizzata per le sue proprietà medicinali: vengono prelevate in primavera o in autunno e vengono fatte essiccare all’aria. Si ottiene una polvere che ha proprietà astringenti e sedative nelle dissenterie; utilizzando invece i petali è possibile fare un infuso che rinfreschi le gengive. Infine i suoi chicchi sono ricchi di vitamina C, hanno proprietà diuretiche e sono usati per la preparazione di sciroppi.

Il succo di melograno è ricco, oltre che di vitamine, di minerali, ha anche una grande quantità di antiossidanti, che possono aiutare a prevenire le malattie cardiache. Purtroppo però è abbastanza costoso e per questo, invece che comprarlo, è consigliabile prepararlo a casa, con l’aiuto di una sgranatore, per mezzo di una spremitura a freddo. E’ inutile negare che succo di melograno fatto in casa sia di gran lunga superiore rispetto a quello che possiamo comprare nei supermercati, perché è puro e freschissimo e non presenta conservanti.

Proprietà e benefici del succo di melograno

E’ considerato dagli esperti come un potente rimedio naturale per prevenire e contrastare diverse malattie; ovviamente pur avendo numerose proprietà anche il melograno presenta le sue controindicazioni che andremo a scoprire insieme.

Centrifugato di mele: scopriamo le proprietà benefiche

Vi siete mai chiesti quali siano i vantaggi legati alla regolare assunzione di un centrifugato? Spesso sentiamo dire che queste bevande sono ricche di sali minerali, di vitamine e rappresentano ricette utili come elisir di salute: cerchiamo allora di scoprire insieme che cosa si cela all’interno di questi centrifugati!

Per prima cosa facciamo una distinzione: un centrifugato è diverso rispetto a un frullato, poiché si tratta solo del succo ottenuto dall’estrazione, tramite appunto estrattori, di frutta o verdura. Utilizzando in maniera regolare un estrattore possiamo quindi ottenere delle bevande in breve tempo, da consumare subito in modo da sfruttare le proprietà benefiche che porta al suo interno. Un altro vantaggio è dato dall’alta digeribilità di questi succhi, che vengono interamente privati dagli scarti e dalle fibre, in modo da aumentare proprio l’assimilazione da parte del nostro organismo. Grazie al movimento che viene svolto da un estrattore, è possibile avere sempre un prodotto fresco e salutare, a differenza da quanto accade con il frullatore che tende a surriscaldarsi per mezzo del movimento delle lame, andando così a “bruciare” i nutrienti che caratterizzano frutta e verdura scelte.

centrifugato di mele

centrifugato di mele

Otteniamo quindi un prodotto che possiamo tranquillamente inserire in una dieta dimagrante, perché i succhi sono poveri di calorie ed utili se sostituiti anche a spuntini pomeridiani. Sono anche un perfetto alleato per abituare i bambini a consumare in modo regolare alimenti che facciamo sempre fatica a far mangiare loro quando sono allo stato solido.

Uno dei centrifugati più amati e benefici è quello di mele: ricco di vitamina B1 e B2 che servono rispettivamente per combattere l’inappetenza, la stanchezza e per facilitare la digestione. Questo frutto è perfetto anche per i diabetici, perché ha pochi zuccheri e ha il potere di controllare la glicemia, regolando anche l’assorbimento degli zuccheri stessi. Preparare questo centrifugato di mele è estremamente facile: lavate accuratamente il frutto, tagliatelo a tronchetti e tenete la buccia nella fase di estrazione. Vi consigliamo di aggiungere anche qualche carota, che va ad arricchire la ricetta non solo per l’apporto di vitamine, ma per gusto e sapore. Consigliamo di usare sempre frutta e verdura biologica non trattata, in modo da poter utilizzare la buccia solo dopo averla pulita con cura.

Chiaramente questa è solo un’idea per un centrifugato sano e benefico per il nostro organismo, poiché la mela può essere estratta insieme a tantissimi prodotti, così da potenziare la sua azione e le sue proprietà depurative.

 

Golden milk, quando il latte dorato può migliorare la nostra salute

Il 2015 è stato segnato dal suo “arrivo”, dalla sua scoperta, dalla sua nascita: l’invasione del Golden milk ha preso forma, portando questa bevanda a diventare la parola più ricercata di Google. In molti ne hanno sentito parlare, ma in pochi conoscono davvero l’importanza di questa bevanda: il golden milk (o latte d’oro) è un composto capace di fare bene all’organismo e prevenire una moltitudine di problemi. Quali? Tra le tanti proprietà possiamo dire infatti che questo latte è antinfiammatorio, antiossidante, ricostituente; qualora non bastasse aggiungiamo anche che è in grado di calmare il raffreddore, depurare il fegato, abbassare il colesterolo, regolare il metabolismo e stimolare le difese immunitarie. Tutto questo è reso possibile per merito delle straordinarie proprietà curative che appartengono alla curcuma, ingrediente base per questa preparazione; va riconosciuto però che il suo aspetto e soprattutto il suo sapore non sono dei migliori. Ma si potrà mai rinunciare a una bevanda dal gusto non troppo convincente che è considerata un elisir di lunga vita?

Come si prepara il Golden Milk

Il golden milk è un mix di latte e curcuma che porta a due scuole di pensiero ben distinte: c’è chi aggiunge solo un po’ di curcuma al latte, oppure chi prepara una vera e propria pasta di curcuma solida che sarà poi aggiunta al latte vegetale. Difficile dire chi abbia ragione ma è stato spiegato che la seconda teoria, che ha una maggiore concentrazione di curcuma nella pasta, permette di ottenere risultati migliori sul lungo periodo. E’ sicuro invece che nella ricetta non si usa latte classico, ma si parla sempre di latte vegetale: in questo caso è tutto legato a una scelta personale. Preferite il latte di soia? Oppure quello di riso (che risulta essere più digeribile)?

golden milk

golden milk

Scopriamo come preparare il golden milk, elencando prima di tutto gli ingredienti utili per la preparazione della pasta di curcuma: mezzo bicchiere di curcuma in polvere; mezzo bicchiere di acqua e mezzo cucchiaino di pepe nero in polvere. Otterrete mezzo barattolo di pasta da conservare in frigo per massimo 40 giorni: dovrete far bollire i tre ingredienti portandoli a ebollizione per poi farli cuocere fino a quando non diventano una crema.

Gli ingredienti per il golden milk a questo punto sono:

1 cucchiaino di pasta di curcuma;
1 tazza di latte vegetale (che sia di riso, di soia, di cocco);
1 cucchiaino di miele.

Dovrete mettere a bollire una tazza di latte con un cucchiaino di pasta di curcuma e mescolare bene per far amalgamare i due ingredienti. Servitelo in una tazza e bevetelo con l’aggiunta di miele a stomaco vuoto: un po’ di sforzo di prima mattina servirà per sentirvi sempre meglio!

Preparare il Golden Milk con l’Estrattore di Succo

Il Golden Milk può essere preparato anche utilizzando un Estrattore di Succo a Freddo. In questo caso gli ingredienti che ti servirann sono la radice di curcuma naturalmente, 50g di mandorle biologiche, olio di semi di canapa, cannella e se lo desideri anche della stevia. Per preparere il Golden Milk con l’estrattore la sera prima è necessario lascire in ammollo le mandorle in circa 200 ml di acqua per ammorbidirle.

La mattina successiva pela la radice di curcuma ed inserisci le mandorle e l’acqua nel tuo estrattore, tenendo la radice di curcuma con ingrediente finale. Nel latte che otterrai aggiungi infine un cucchiaio di olio di semi di canapa e mescola il tutto. Per finire puoi aggiungere la stevia se lo desideri ed un po’ di cannella, direttamente sul bicchiere.

Latte di Mandorle: Ricette, Proprietà e Benefici del Latte di Mandorla

Il latte di mandorle è una bevanda che si ottiene attraverso un processo di estrazione delle mandorle stesse: contrariamente a quanto si possa pensare non è un alimento grasso (anche se è un ingrediente molto calorico, ha 50 calorie ogni 100 ml), ma si pone alla base delle preparazioni che caratterizzano la dieta vegana e vegetariana, come degno sostituto del latte vaccino. Questo prodotto nasce ufficialmente nel Medioevo come bevanda della tradizione italiana: al tempo era prodotto all’interno dei monasteri siciliani e in gran parte delle regioni del Sud. Questo latte, che ha un colore sul beige, riesce a conservarsi più a lungo, e proprio per questo motivo viene spesso preferito rispetto al latte di mucca: non contiene colesterolo o lattosio, possiede un contenuto inferiore di proteine, ma è ricco di fibre, vitamina E, magnesio, selenio, manganese, zinco, potassio, ferro, fosforo, calcio e tende a favorire la digestione. E’ estremamente utile per i muscoli e la pelle, è ricco di energia e grazie al suo basso contenuto di carboidrati non comporta l’aumento del livello degli zuccheri nel sangue. Scopriamo insieme come poter preparare questo prodotto a casa, ricordando che è consigliabile consumare un solo bicchiere al giorno.

Estrazione e Ricetta

E’ opportuno fare una piccola premessa iniziale: se non avete mai assaggiato un latte di mandorle e vi avvicinate a questo prodotto per la prima volta, magari perché avete avuto modo di vederlo in vendita nei supermercati, sappiate che come spesso accade con le ricette fatte in casa, il sapore tra quello estratto personalmente e quello acquistato è diverso. Il latte di mandorla ha un gusto molto più delicato rispetto a quello che si trova già pronto nei supermercati, che tendenzialmente viene zuccherato e diluito. Il suo sapore è deciso e, nei supermercati, viene venduto anche in abbinamento con altri ingredienti, come per esempio con la vaniglia o con il cioccolato.

Se disponete di un estrattore a freddo e avete voglia di ottenere un prodotto salutare e sano questo ricetta farà al caso vostro, poiché potrete preservare al meglio le proprietà nutritive delle mandorle, gustandovi una bevanda gustosa. La parte forte dell’estrazione viene data dal procedimento a freddo: infatti gli acidi grassi che sono contenuti nelle mandorle sono molto sensibili al calore, e il processo di spremitura a freddo permetterà una migliore preservazione dei nutrienti.

Ricetta per il latte di mandorle:

– 100 gr di mandorle
– 500 ml acqua naturale a basso residuo fisso
– Se volete, ma non è necessario, un cucchiaino di zucchero di cocco o un dolcificante naturale.

Generalmente la proporzione deve essere da 1:3 a 1:5, ciò significa che per un totale di 100 grammi di mandorle sbucciate vi saranno 300 gr di acqua; ovviamente la proporzione cambia in base ai vostri gusti personali. Chiaramente maggiore sarà la presenza delle mandorle rispetto alla quantità di acqua (supponiamo quindi un 1:1 o un 1:2) e maggiore sarà l’intensità della nostra bevanda.

Quando scegliete le mandorle è consigliabile comprarle non pelate e non tostate, ma affidarsi alle Bio; solo così saremo certi di avere a che fare con mandorle crude di alto livello nutritivo. Anche in questo caso la scelta è del tutto personale, poiché per comodità potrete anche comprare mandorle già spellate, ma ricordate sempre che il valore nutritivo sarà radicalmente diverso, per non parlare del gusto.

latte di mandorla

latte di mandorla

Procedimento e Proprietà del Latte di Mandorla

Prendete le mandorle e lasciatele in ammollo in acqua fresca per un periodo di tempo che va dalle 12 ore fino alle 24 ore; privatele della loro buccia e lavatele di nuovo sotto acqua corrente, per poi inserirle direttamente all’interno del vostro estrattore con 500 ml di acqua naturale a basso residuo fisso. Potrete anche inserire le mandorle con la buccia, ma in questo caso il risultato finale sarà una bevanda più scura.

Con la polpa che avanza potrete creare altre ricette: il residuo secco infatti è perfetto per preparare per esempio dei biscotti, oppure per preparare una sorta di ricotta crudista con datteri o uvetta, nella versione dolce, oppure con spezie e sale per ottenere una versione non dolcificata. Il latte di mandorla caldo può essere usato in numerose ricette tradizionali, per esempio per preparare il purè di patate oppure come sostituto della panna da cucina nelle zuppe. L’importante è usarlo come se fosse un latte di mucca, o come sostituto del latte vaccino, nel caso dei vegani e per tutti coloro che hanno delle intolleranze al latte di soia.

Oltre però all’uso in cucina però viene anche sfruttato per la realizzazione di cosmetici: in commercio si trovano infatti shampoo e creme idratanti a base di latte di mandorle, per sfruttare le sue numerose proprietà.

Come conservarlo

Il latte di mandorla può essere conservato in frigo per un tempo limite di 2 giorni, anche se il consiglio è quello di prepararlo e utilizzarlo subito, poiché appena estratto un succo tende ad essere ricco di nutrienti importanti per il nostro organismo, qualità che va man mano perdendo con il passare del tempo.

Quali Estrattori sono adatti per fare il Latte di Mandorle?

Scopri le nostre recensioni dei migliori estrattori a freddo per fare il latte di mandorle a questa pagina sul nostro sito.

Succo di Carota e Cavolfiore per risolvere i problemi di Gastrite e Reflusso

Se stai cercando un succo particolarmente adatto per migliorare la salute del tua apparato digerente ed in particolare per lo stomaco uno dei migliori che possiamo consigliarti è il succo di Carote e Cavolfiori. Le mucillagini del cavolfiore infatti si uniscono alle proprietà delle carote per ottenere un succo fresco a salutare. Questa particolare tipologia di succo di verdure è indicato per chi soffre di patologie quali la gastrite o il reflusso gastroesofageo. Si consiglia di berne uno la mattina a digiuno oppure mezzo bicchiere prima dei pasti. Naturalmente questo succo da solo non basterà ad alleviare i vostri broblemi di gastrite, dovrete coniugarlo ad una dieta che escluda alimenti irritanti quali cioccolato, caffè, alcol, fritti ecc.

succo carote

succo carote

Gli ingredienti per realizzare questo succo sono una quarto di cavolfiore e un paio di carote. E’ necessario lavare il cavolo molto bene e togliere la buccia alle carote, tagliare il tutto in piccole pezzi ed inserirli nel vostro estrattore a freddo. Il succo ottenuto può eventualmente essere allungato aggiungendo un goccio di acqua.

Scopri gli Estrattori di Succo e le Ricette!
Iscriviti alle newsletter per essere sempre aggiornato su nuovi modelli di Estrattori e scopri le ricette per succhi freschi di Frutta e Verdura!
Rispettiamo la tua privacy e odiamo lo spam quanto te. privacy policy
Don't miss out. Subscribe today.
×
×
WordPress Popup Plugin